Marina Sereni
Marina Sereni
<b>949</b> Ore. <b>22%</b> Totale sedute
<b>35</b> Eventi da me promossi
<b>170</b> Interventi e partecipazioni a Montecitorio
<b>141</b> Impegni in Italia
<b>55 </B> Missioni e incontri internazionali
21-04-2016
ASEP9 IN MONGOLIA
"DIALOGO TRA PARLAMENTI ASIA/UE, OCCASIONE DI PACE E CRESCITA"
Asia/Europa, rafforzare le relazioni politiche, economiche e culturali tra governi, fare altrettanto con i parlamenti. Dal 1996 l’Asem (Asia-Europe Meeting)  e il suo fronte parlamentare Asep (Asia-Europe Parliamentary Partnership) lavorano in questa direzione e,  ad anni alterni, scambiano informazioni ed esperienze e si confrontano sulle sfide globali.

La nona edizione dell'incontro Asep si tiene in questi giorni in Mongolia mentre nel 2014 fu l'Italia, e in particolare la Camera dei deputati, ad ospitare questo importante appuntamento in coincidenza con  il semestre di Presidenza italiana dell’UE.

A rappresentare il parlamento italiano a Ulan Bator siamo il Presidente del Senato Grasso, che prenderà la parola in apertura come paese che ha ospitato l'edizione precedente, io quale vice presidente della Camera che interverrò nella prima sessione sul tema "Connectivity and effective multilateralism". Anche quest'anno l'incontro si concluderà con una dichiarazione finale il cui testo verrà discusso già da oggi nell'incotro preliminare tra le numerose delegazioni presenti. Ai tre pilastri principali - dialogo politico e della sicurezza, cooperazione  economica e finanziaria, scambio culturale e sociale - quest'anno si è aggiunto il tema della " connettività e delle infrastrutture" per facilitare gli scambi e la mobilità di persone e cose.  Non è difficile capire come, in un momento segnato da guerre, flussi migratori massicci, terrorismo, il confronto in sede ASEM tra 51 governi (più la Commissione Europea e il Segretariato Asean,  Association of Southeast Asian Nations) e in sede ASEP di 52 parlamenti (quelli nazionali più il Parlamento europeo) dell’Europa e dell’Asia possa essere un’occasione particolarmente significativa per promuovere politiche di sicurezza, di pace, di collaborazione e crescita economica".

Marina Sereni, 2009-2015