Marina Sereni
Marina Sereni
<b>949</b> Ore. <b>22%</b> Totale sedute
<b>36</b> Eventi da me promossi
<b>178</b> Interventi e partecipazioni a Montecitorio
<b>146</b> Impegni in Italia
<b>56 </B> Missioni e incontri internazionali
30-11-2009
"TEMPIO DELLA CONSOLAZIONE A TODI: INTERVENGA IL MINISTERO"
"I deputati del PD Marina Sereni e Gianpiero Bocci rendono noto di aver presentato un'interrogazione al Ministro per i beni culturali per chiedere l'immediata sospensione dei lavori di illuminazione relativi al Tempio di Santa Maria della Consolazione. "L'intervento attualmente in corso di realizzazione - affermano Sereni e Bocci in una nota congiunta - è estremamente invasivo poiché comporta, attraverso un altissimo numero di fori praticati sulla parte esterna della struttura, l'installazione di numerose lampade che alterano significativamente l'armonia architettonica del Tempio. Dato che il Codice dei beni culturali attribuisce un generale potere di vigilanza al Ministero nell'attività di tutela e valorizzazione dei beni culturali chiediamo allo stesso di valutare se gli interventi in corso siano adatti al monumento in questione, rispettino o meno la normativa in materia e quali urgenti iniziative di propria competenza il Ministero intenda assumere affinché non sia compromessa la salvaguardia di un'opera architettonica di importanza internazionale, conosciuta e apprezzata in tutto il mondo e considerata uno degli edifici simbolo dell'architettura rinascimentale". Sereni e Bocci ricordano inoltre che "Il monumento era già stato oggetto di un adeguato e consono intervento di illuminazione, donato nel 1988 dal Lions Club di Todi e non si ravvisa pertanto alcuna necessità di nuovi interventi". Inoltre i due parlamentari sottolineano che "la questione è particolarmente sentita dalla cittadinanza e l'avversione a tale progetto ha portato alla costituzione di un comitato cittadino contro un ulteriore prosecuzione dei lavori e che, in data 25 novembre u.s., è' stato presentato un ordine del giorno in Consiglio Comunale, a firma dei gruppi dell'opposizione, con il quale si chiede il blocco dei lavori e il ritiro, da parte della Soprintendenza dell'Umbria, della relativa autorizzazione rilasciata semplicemente su un progetto di massima".
Marina Sereni, 2009-2015