Marina Sereni
Marina Sereni
<b>949</b> Ore. <b>22%</b> Totale sedute
<b>36</b> Eventi da me promossi
<b>178</b> Interventi e partecipazioni a Montecitorio
<b>146</b> Impegni in Italia
<b>56 </B> Missioni e incontri internazionali
09-07-2008
Sisma '97:“Dichiarato inammissibile l'emendamento? Torneremo alla carica”
Dichiarazione dell’On. Marina Sereni Vicepresidente del gruppo PD alla Camera e parlamentare umbra.

“Dichiarato inammissibile per estraneità di materia l’emendamento presentato dai deputati umbri e marchigiani del Partito Democratico che avrebbe garantito la prosecuzione ed il completamento degli interventi di ricostruzione nei territori colpiti dal sisma del 1997” – è quanto afferma in una nota l’On. Marina Sereni, Vicepresidente del gruppo PD alla Camera e prima firmataria dell’emendamento, che aggiunge: “Come noto si svolge in questi giorni nelle commissioni riunite Bilancio e Finanze della Camera l’esame del decreto legge n. 112 con cui il Governo ha inteso adottare misure urgenti per lo sviluppo economico e la competitività e che, di fatto, anticipa la manovra finanziaria per il 2009, nel quale non è stanziata alcuna risorsa per la ricostruzione nelle regioni Umbria e Marche”.
“Abbiamo pertanto presentato – continua Sereni - un emendamento che autorizzasse le due Regioni a contrarre mutui a fronte dei quali il Dipartimento della Protezione Civile concorresse con contributi quindicennali. Avendo chiaramente la nostra proposta l’obiettivo di sostenere la crescita economica, ci sembra alquanto singolare che l’emendamento sia stato bocciato per estraneità di materia. Appare del tutto evidente infatti la coerenza con il provvedimento in esame di una disposizione, come quella che abbiamo proposto, volta a rimuovere gli ultimi ostacoli per la conclusione della ricostruzione post terremoto quale condizione per il rilancio dell’economia dei territori e dunque, in parte, dell’intero Paese. E’ invece di questa mattina la pronuncia definitiva sull’inammissibilità, nonostante l’invito che ieri avevamo rivolto ai due presidenti di commissione Giancarlo Giorgetti e Gianfranco Conte affinchè riconsiderassero la decisione di escludere l’emendamento procedendo ad una nuova valutazione”.
“In ogni caso – conclude Sereni - presenteremo immediatamente un ordine del giorno sull’argomento e torneremo a richiedere al Governo una adeguata attenzione al terremoto Umbria-Marche in sede di approvazione della prossima legge finanziaria”.




Marina Sereni, 2009-2015