Marina Sereni
Marina Sereni
<b>949</b> Ore. <b>22%</b> Totale sedute
<b>36</b> Eventi da me promossi
<b>178</b> Interventi e partecipazioni a Montecitorio
<b>146</b> Impegni in Italia
<b>56 </B> Missioni e incontri internazionali
28-01-2012
THYSSEN: SERENI E TRAPPOLINO (PD) INTERROGANO IL MINISTRO
Convocare il tavolo di confronto sulla vicenda che riguarda ThyssenKrupp Acciai Speciali Terni presso la Presidenza del Consiglio dei ministri e riferire in Parlamento quanto risulta a conoscenza dell'esecutivo sulle trattative di acquisto delle acciaierie di Terni: e' questo il contenuto di un'interpellanza urgente, rivolta al ministro dello Sviluppo economico, presentata dai deputati del Pd Carlo Emanuele Trappolino e Marina Sereni. "L'interrogazione - spiegano i due parlamentari in una nota congiunta - serve a stringere i tempi della convocazione del tavolo presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, convocazione tra l'altro recentemente annunciata dal sottosegretario De Vincenti alla quale parteciperanno le parti datoriali, sindacali e le istituzioni. L'ultima convocazione risale al luglio 2011 ed è urgente che questa delicata situazione possa contare sull'attiva e costante partecipazione del governo. Le anticipazioni giornalistiche prefigurano alcune soluzioni che vanno vagliate alla luce di un quadro strategico di politiche industriali di cui l'Italia ha urgente necessità, atto a rafforzare e sviluppare un nuovo ciclo manifatturiero. Crediamo che il Governo debba sostenere tutte quelle scelte che, scongiurando sia ipotesi di ridimensionamento delle fasi produttive sia ipotesi di 'spezzatino', vadano nella direzione di un rafforzamento dell' attività industriale garantendo, al tempo stesso, i livelli occupazionali. Per una nuova fase di crescita l'Italia ha bisogno di politiche industriali. Pertanto su Terni il Governo non può fare da spettatore e lasciar fare alla combinatoria della finanza. C'è un lavoro di diplomazia economica da intraprendere con piglio deciso per capire bene dove queste trattative conducono. E la Presidenza del Consiglio è il luogo migliore per seguire e accompagnare l'evoluzione della vicenda e per orientarne le scelte".
Marina Sereni, 2009-2015